Hasib Posse

La guerra è per lo stile e la reputazione. Una generazione di soldati ogni giorno combatte per la supremazia del nome. Testimoniare la propria esistenza facendo sapere a tutti di essere passati in quel luogo è lo scopo. Ogni angolo del pianeta è infettato dal virus e l’antidoto ancora non è stato trovato. E’ una fottuta epidemia. E’ un bambino che nasce in una discarica e con le sue grida arriva a disturbare la notte nei quartieri alti. Lo hanno abbandonato ma lui è sopravvissuto e ora è tornato per prendersi tutto.

Come quando sei nascosto in un tunnel e senti il battito del cuore che accelera.

Per noi diventa musica ed è il beat che fa da colonna sonora nelle nostre esistenze. Siamo fuori dalle dinamiche che influenzano l’arte contemporanea perché siamo altro. Qui la spinta che porta all’azione proviene dall’istinto di volersi esprimere e non per un rientro economico. E’ amore vero e quando ci stai sotto sei pronto a tutto. Anche a rischiare la vita solo per lo stile e la reputazione.

Fateci fare dei
throw-up nero e argento dentro i vostri atelier e nei vostri salotti e poi ne riparliamo.

Siamo qui per prenderci gli spazi che ci avete negato da sempre. Voi a bere champagne sul vostro attico e noi a sguazzare nello strato più basso della piramide cercando di galleggiare in mezzo al fango. E ora volete invitarci al party? Non ci avrete mai e sappiate che sentiamo in guerra. Siamo ambiziosi e mentre cercheremo di salire faremo talmente tanto rumore che la fatica della scalata non la sentiremo.

Vi daremo fastidio e sarà bellissimo. Lo stile ci salverà e non saranno le scarpe esclusive che avete pagato mille euro ad aiutarvi se siete dei toy. Qui non funziona così e non vi basterà fare la fila come in un campout per arrivare primi e sentirvi dei king con i vostri amici.

E’uno sport violento e l’unica cosa importante è avere i lacci delle sneakers ben stretti per essere pronti a correre da un momento all’altro. Per lo stile e la reputazione.

E’ giusto farlo.
#hasibposse #legacy